Avere la pancia gonfia e dura è un sintomo che molti hanno provato almeno una volta nella vita. Spesso questa condizione può recare disagio a chi ne soffre, non solo per quanto riguarda il lato puramente estetico, ma perché spesso è accompagnata da fastidiosi disturbi quali dolore addominale, flatulenza e rumori intestinali

Se il disturbo si presenta solo in casi isolati non dovrebbe destare particolari preoccupazioni: può dipendere da un pasto troppo abbondante o da altre condizioni eccezionali. Se invece il gonfiore persiste è bene consultare un medico ed indagare possibili cause psicologiche.  

Perché la pancia può diventare gonfia e dura?

Le cause che determinano una pancia gonfia e dura possono essere tante e diverse tra loro: è importante cercare di capire qual è la motivazione scatenante dei sintomi. Generalmente, i motivi più frequenti sono:

    • Ingestione di aria (aerofagia) – capita spesso in chi mangia troppo veloce ed ingurgita di conseguenza grandi quantità d’aria, a chi non mastica a sufficienza, ma anche a chi fa abuso di bevande gassate
    • Stipsi – un’irregolarità intestinale tendente alla stipsi può essere causa diretta di gonfiore addominale, ed anche di dolori e disagi. 
    • Alterazioni del microbiota intestinale – la disbiosi è molto comune in chi presenta pancia gonfia e dura. In questo caso sono proprio i batteri a produrre il gas intestinale in eccesso
    • Presenza di intolleranze alimentari – sono una delle cause più comuni del gonfiore persistente dopo i pasti. Infatti, l’intolleranza alimentare può causare un aumento della formazione di aria intestinale ed il richiamo di liquidi nell’intestino, con conseguente sensazione di gonfiore, nota come “bloating”. Le intolleranze più comuni sono quella al lattosio ed al glutine
    • Condizioni patologiche – come morbo di Crohn o sindrome dell’intestino irritabile, ma anche reflusso gastroesofageo o infezioni batteriche o virali
    • Emotività e stress – possono incidere molto sulla formazione di gonfiore addominale

I disagi associati alla pancia gonfia e dura

Come accennato in precedenza, la pancia gonfia e dura può presentarsi in concomitanza di altri disturbi, più o meno fastidiosi. Tra i più comuni possiamo trovare:

    • Frequenti eruttazioni
    • Flatulenza frequente durante la giornata
    • Dolori e fitte addominali 

Ogni caso è a sé stante, ad esempio in alcuni soggetti si può riscontrare anche la presenza di stipsi o diarrea. È necessario monitorare l’entità dei disturbi: se sono occasionali non è il caso di preoccuparsi, ma se persistono o si ripresentano frequentemente è opportuno rivolgersi ad un medico che possa trovare le cause responsabili del malessere.

Accorgimenti da prendere 

Se il gonfiore e la distensione addominale sono occasionali è possibile prendere qualche semplice accorgimento per prevenirli o eliminarli. Ecco, quindi, qualche buona regola per contrastare il gonfiore ed il dolore addominale:

    • Mangia lentamente e mastica adeguatamente i bocconi, in modo da ridurre l’aerofagia
    • Non esagerare con il consumo di alimenti che tendono ad aumentare la produzione di gas intestinale (legumi, alcuni tipi di fibre, latticini freschi)
    • Fai regolarmente attività fisica
    • Non fumare
    • Non bere bibite gasate (anche l’acqua frizzante può essere causa di gonfiore)

In alternativa alle classiche regole e suggerimenti, è possibile utilizzare prodotti naturali come aiuto in caso di pancia gonfia: tra questi troviamo il carbone vegetale, ma anche estratti di finocchio, zenzero, coriandolo e genziana

Fondamentale rimane anche l’integrazione con probiotici e prebiotici, necessari a riequilibrare la flora batterica.

In caso di gonfiore associato a stipsi o diarrea, sarà opportuno utilizzare altri integratori (soprattutto a base di fibre) che possano contribuire alla risoluzione del problema.

Chiaramente, nei casi più gravi e complicati, è opportuno rivolgersi ad un medico che potrebbe prescrivere l’utilizzo di farmaci. 

Il consiglio del nutrizionista

Prova a preparare una tisana allo zenzero senza zucchero e bevila tiepida dopo cena: dovrebbe aiutare non solo a limitare la formazione di gonfiore addominale, ma anche a velocizzare la digestione. 

Condividi