Il meteorismo è un disturbo molto comune causato dall’accumulo di aria a livello gastrico o intestinale. Solitamente, questo gas viene eliminato mediante flatulenza, se così non fosse può determinare la comparsa di un addome gonfio e teso che può arrecare disagi. 

Le cause del meteorismo possono essere diverse. Spesso sono determinate dall’alimentazione e dallo stile di vita, oppure anche dallo stress o da uno squilibrio del microbiota intestinale. Ci sono modi per alleviare questo disturbo così fastidioso? Scopriamolo insieme.

Meteorismo e alimentazione

Tra le prime cose da regolare quando si parla di meteorismo e flatulenza, c’è sicuramente l’alimentazione. Esistono alimenti che causano una maggiore produzione di gas per via della fermentazione che si viene a creare a livello intestinale. Questi cibi, solitamente ricchi di fibre (alcuni legumi, alcune verdure, alcuni frutti), quando raggiungono l’intestino fungono da nutrimento per i microrganismi che lo popolano e come conseguenza viene prodotto il gas responsabile del meteorismo e della pancia gonfia. 

Anche il consumo di zuccheri e latticini può determinare un rigonfiamento dell’addome, pertanto anche questi sono alimenti a cui bisogna fare attenzione.

Rimedi naturali per la pancia gonfia

Alcune erbe e piante possono essere di grande aiuto per riequilibrare la flora batterica e diminuire il gonfiore causato dalla sua interazione con gli alimenti. Tra queste troviamo il finocchio, il coriandolo, la menta e il cumino, erbe note da secoli per le loro proprietà benefiche sull’intestino. 

Partendo da queste piante si possono ottenere infusi, tisane e decotti, da assumere solitamente tiepidi dopo i pasti, ma anche come estratti secchi in compresse e pillole, o sotto forma di oli essenziali. 

Tra i rimedi più antichi spicca l’utilizzo durante i pasti di piccole quantità di succo di limone. Si può usare per condire l’insalata, la carne o il pesce: aggiungerà sapore ai piatti e faciliterà la digestione, riducendo di conseguenza il gonfiore e la fermentazione addominale. 

Anche lo zenzero è molto conosciuto per le sue proprietà digestive, soprattutto nel mondo orientale. Come il limone, si presta ad essere consumato al pasto (soprattutto alla fine) o come decotto, tisana o compresse di estratto secco. 

In questo senso, risulta suggeribile una bella tisana allo zenzero e succo di limone per concludere un pasto abbondante.

Buone abitudini per contrastare il meteorismo

Per combattere il meteorismo non bisogna sottovalutare lo stile di vita e le abitudini in generale! 

Mangiare con calma, masticando adeguatamente i bocconi, è il modo migliore per evitare che venga ingoiata aria durante il pasto che non fa altro che aumentare il gonfiore addominale. È importante evitare di mangiare in piedi o di corsa e riuscire a fare attività fisica costante per facilitare la peristalsi intestinale (ma sempre a stomaco vuoto!). 

Limitare il consumo di bevande gassate ed alcoliche, chewing-gum e dolcificanti, ma anche cibi ricchi in aria come mousse, dolci lievitati e panna montata è sempre una buona pratica: non solo per l’intestino, ma anche per la salute generale.

zymerex blog nutrizionista

Autore

Dott.ssa Giulia Aliboni – Biologo Nutrizionista

Laurea triennale in Biologia presso Università di Pisa nel 2018 e Laurea Magistrale in Alimentazione e Nutrizione Umana presso Università Statale di Milano nel 2020. Esperta in nutrizione personalizzata, disbiosi intestinale ed intolleranze alimentari. Socio Sinseb (Società Italiana Nutrizione Sport e Benessere).

Condividi